Santa Maria in Campo

Un’antica chiesa è tornata a vivere grazie all’aiuto di chi la ama

 

Davide Piero Runcini

Nato a Genova nel 1978 inizia a scrivere giovanissimo i suoi primi brani dando vita a formazioni musicali di vario genere. Ha poi intrapreso la formazione classica studiando pianoforte e composizione al conservatorio di Genova e si è perfezionato: a Roma nei corsi di alto perfezionamento pianistico dell’Arts Academy, e in diverse masterclass con musicisti quali: M. Calisi, L. Berman, S. Perticaroli.  Completa la sua formazione seguendo, nella stessa Accademia, il corso triennale di Musica e Psicologia e nell’anno scolastico 2005/2006 a Milano alla IRECOOP Lombardia, il corso di specializzazione post-laurea “Specialista in Training Musicoterapici per la Rieducazione Cognitiva e Psicomotoria”.

Nel 2000 si aggiudica il primo premio al concorso internazionale “Mario Polovineo-Città di Teramo” e inizia a svolgere un’intensa attività da interprete-concertista, come solista e in formazioni cameristiche in italia e all’estero. Amante anche dell'Arte figurativa è diplomato al Liceo Artistico e collabora dal 2006 con la moglie pittrice Arianna Defilippi per lo studio della sinestesia tra musica e pittura  finalizzata alla realizzazione di diversi “Concerto-Mostra” il primo dei quali, è stato presentato il 16 dicembre 2008 all’Auditorium San Francesco di Chiavari a favore dell’UNICEF in occasione
del ventesimo anniversario della Convenzione ONU dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Nel 2009/’10 collabora con l’attore Francesco Deri per lo spettacolo teatrale Horatio tratto da “Amleto” di Shakespeare con l’esecuzione dal vivo dei “Quadri di un’esposizione” di Mussorgskji, andato in scena al Teatro Altrove (Genova 2009) e Teatro Lux (Pisa 2010). Nel 2010, in occasione del bicentenario della nascita di Chopin e Schumann, viene invitato  a tenere concerti in prestigiose stagioni quali: “I pomeriggi della Fondazione Borsieri” (Lecco), “Musica e Mare” (Sori Ge), “Gli Anniversari della Musica” (Napoli). Nel 2011 è accolto con grande entusiasmo al “Nekar Music Festival” dove tiene un concerto nel castello Horneck di Gundelsheim. La critica del quotidiano “Helbronner Stime” lo definisce “Il dolce Re dei tasti”. Sempre in Germania, nel 2014 due suoi recital hanno chiuso il 54° Bad Hersfeld Festival concert.

Parallelamente ha continuato a scrivere musica prendendo parte a progetti di rilievo nazionale ed internazionale.

Nel 1999 l’Orchestra Giovanile Genovese ha eseguito delle sue musiche nella sala Maestrale del Porto antico di Genova, per la premiazione del concorso di fiabe “10 racconti per un concerto”.

Nel 2005 scrive ed esegue le musiche per lo spettacolo “La storia nel vuoto” del regista Christian Zecca.

Nel 2008 scrive e dirige le musiche orchestrali per la colonna sonora del film “Devil come to hell and stay where you belong” di Massimilian e Nina Breeder, Nocrew productions New York.

Nel 2017 La sua “Suite Porpora” per quartetto d'archi viene inserita nel CD di debutto del Vaughan String Quartet e pubblicata da Rugginenti editore-Milano.

Nel 2020 esce, per l’etichetta Sonitus, “La storia nel vuoto”, composta da 12 pezzi pianistici scritti tra il 1998 e il 2005, rivisti e completati nel 2018: musiche di scena dell’omonimo spettacolo teatrale di C.Zecca.

Nel 2021, sempre per Sonitus escono 2 singoli: “Non qui” per clarinetto e pianoforte e “Elegia fantastica” per flauto e pianoforte. Attualmente Runcini sta partecipando al “Worldvision composer contest” ed è l'unico Italiano ammesso alla semifinale.

Laura Ansaldi

Soprano e attrice italiana con una carriera internazionale. È impegnata in una formazione di altissimo livello: Conservatorio di Musica di Genova e Milano; Accademia Chigiana di Siena, Scuola di Musica di Fiesole; TEMA Accademia di Alta Formazione di Milano. Oltre al canto lirico, è anche laureata in pianoforte e in arti dello spettacolo.

È nel 2001 con l'opera Tosca che ha scaldato il palcoscenico dell'opera, proseguendo poi con molte esibizioni importanti in tutto il mondo: Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Germania, Olanda, Austria, USA, Svizzera.

È stata subito apprezzata come una cantante molto versatile. Definita ufficialmente come un "soprano drammatico con agilità", interpreta facilmente un repertorio molto leggero fino ai ruoli più drammatici; da Elisir d'amore à Turandot di Lucia di Lammermoor a Norma. Tra i suoi ruoli di maggior successo : Tosca ; Madama Butterfly ; Leonora (La Forza del Destino) ; Norina (Don Pasquale); Abigaille (Nabucco); Mimi (La Bohème); Adriana Lecouvreur ; Maddalena (Andrea Chenier). Grazie al suo talento di attrice, è anche molto popolare come interprete di musical e teatro.

Ha collaborato con importanti orchestre e artisti come Claudio Abbado, Gianandrea Gavazzeni, Carlo Maria Giulini, Filarmonica di Boston, Orchestra sinfonica di Longwood, Ottavio Garaventa, Delfo Menicucci, Lorenzo Castriota Skanderberg, Massimo De Stefano, Silvano Frontalini, Sandro Fazzolari, Marco Voleri, Daniele Anzaghi, Carlo Torriani, Vincenzo Villani, Bruno Tasso, Rossella Spinosa, Orchestra Filarmonica di Sofia, Orchestra classica di Alessandria, Orchestra Roncole Verdi, Ensemble barocco di Bilbao, Orchestra Sinfonica di Madrid.

Molto impegnata nella responsabilità sociale, ama partecipare a iniziative di beneficenza. È la madrina ufficiale della Fondazione Enrico Charles, un'organizzazione britannica che sostiene i bambini disabili e le loro famiglie, e sostiene la Stiftung Pro UKBB e altre iniziative svizzere di beneficenza con le sue performance.

Oltre alle sue attività sceniche, Laura è anche un'apprezzata insegnante e membro della commissione di diversi concorsi. Dà lezioni private a Zurigo per giovani cantanti e, dal 2009 al 2014, è stata insegnante di teatro e canto all'Accademia delle Arti 14youstudio di Lugano.

È stata selezionata per diversi eventi prestigiosi e internazionali, sempre come solista principale, come il festival internazionale Roncole Giuseppe Verdi, le celebrazioni ufficiali della vita di Maria Callas e la riscoperta di A. Scarlatti (con prima mondiale a Zurigo, Grossmünster).

Vive a Zurigo dal 2014 e nella sua vita privata è moglie e madre di 2 bambini.

6 maggio 2022 ore 20:30


G. Verdi Sei romanze del 1838

Non t'accostar all'urna

More, Elisa, lo stanco poeta

In solitaria stanza

Nell'orror di notte oscura

Perduta ho la pace

Deh, pietoso, oh Addolorata


D. P. Runcini da “La storia nel vuoto” (piano solo)

Piccolo ringraziamento

Controluce

Se tutto questo ha significato

Valigia verde

Notturno


“Alla Luna” 3 lieder per soprano e pianoforte

                                  Dedüche menà selànna (Saffo)

Alla Luna (Leopardi)

Sulla Luna (Rodari)