Santa Maria in Campo

Un’antica chiesa è tornata a vivere grazie all’aiuto di chi la ama

 

Luisa Prayer


Luisa Prayer, pianista dall’attività internazionale, è stata allieva a Roma, dove è nata, dei pianisti Annamaria Martinelli e Sergio Cafaro e si è diplomata in pianoforte al Conservatorio di S. Cecilia, al Mozarteum di Salisburgo con Gilbert Schuchter, e in musica da camera all’Accademia Nazionale di S. Cecilia con Riccardo Brengola. Si è perfezionata con Bruno Canino, con Valentin Berlinsky del Quartetto Borodin e all’Accademia Musicale Chigiana con Brengola, Paul Badura Skoda, Rudolph Buchbinder. È stata invitata al corso di interpretazione beethoveniana tenuto da Gerhard Oppitz alla Fondazione Kempff di Positano. Ha tenuto concerti ed effettuato registrazioni radiofoniche e discografiche in numerosi Paesi europei, in Estremo Oriente, negli Stati Uniti, eseguendo opere di compositori italiani e stranieri in prima assoluta e collaborando con importanti solisti e cantanti. Autrice di drammaturgie musicali e progetti multimediali, è stata direttore artistico del Festival Internazionale Pietre che cantano (2000/2015) e dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese (2015/2017). Come pianista e divulgatrice è stata spesso ospite di Radio Tre RAI. Per il Conservatorio di Musica dell’Aquila, dove ha insegnato per molti anni, ha curato il progetto e il volume “Casella interprete del suo tempo” (con Carla Di Lena, LIM 2021).  Ha tenuto seminari al CNMD di Parigi e all’Università Tor Vergata di Roma. E’ docente di musica da camera del Conservatorio “G. Verdi” di Milano.

13 maggio 2022 ore 20:30


Johann Nepomuk Hummel (1778-1837)

Variazioni sulla Monferrina op. 54


Ferdinand Ries (1784 - 1838)

Cello Sonata in G minor Op.125

  1. Grave, Allegro

  2. Larghetto con moto

  3. Rondo. Allegretto


Camille Saint-Saëns (1835 - 1921)

Sonata No. 2 in F major for cello and piano Op. 123

  1. Maestoso, largamente

  2. Scherzo con variazioni

  3. Romanza, poco adagio

  4. Allegro non troppo, grazioso

Christian Bellisario


Christian Bellisario è stato primo violoncello del Teatro Verdi di Trieste, del Teatro Carlo Felice di Genova, del Teatro Regio di Torino, ecc. ecc. Ha approfondito lo studio del violoncello con Rocco Filippini, Janos Starker, Karine Georgian, Adriano Vendramelli, David Geringas, Franco Maggio Ormezowski, Anner Bijlsma (violoncello barocco), Jordi Savall (viola da gamba), Giuseppe Gacetta (virtuosismo) e con molti altri Maestri che non è possibile citare in questa occasione, ma ai quali rimane egualmente legato da sentimenti di profonda riconoscenza.

Carlo Maria Giulini lo ha accolto per anni nel suo studio passandogli i suoi insegnamenti di direzione d'orchestra.

E' docente di Violoncello al Conservatorio “G.Verdi” di Milano.